Inserita nella serie delle installazioni che Alex Dorici realizza con la corda, “Installation rope 202 meters” interpreta la tensione tra i volumi che contraddistinguono l’ampliamento della città tra gli anni 60 e 70 del ‘900 e l’articolata cortina delle residenze che delimitano il ramo ovest del “magnifico borgo”.

Il proposito dell’opera, al pari di tutte le iniziative in cui si articola il WPU, è quello di facilitare e magari indurre l’opinione pubblica ad una riflessione sull’area oggetto dell’esercizio assegnato al laboratorio progettuale.

Provare cioè attraverso un piccolo intervento sull’area, reso possibile grazie alla disponibilità ed alla collaborazione delle autorità comunali ed al permesso ricevuto dai proprietari degli immobili e degli spazi toccati dall’opera stessa, a promuovere il coinvolgimento della cittadinanza ad esprimere la propria opinione circa la trasformazione degli spazi urbani, stuzzicata proprio dal temporaneo cambiamento dell’area generato da una “insolita” intrusione.