BANDO-WPU-2016-logo

 

 

 

STABIO 12-16 settembre 2016


“Ci sono frammenti di città felici che continuamente
prendono forma e svaniscono, nascosti nelle città
infelici”
Italo Calvino, Le città invisibili, 1972

 

Coordinatori atelier
arch. Felicia Lamanuzzi

arch. Allegra Lucrezia Bonamore
arch. Simone Cattoni
arch. Roberto Russo

Ufficio Stampa
Alessia Brughera

2° edizione WPU a Stabio
Il Workshop di progettazione urbana nasce dall’iniziativa dell’Associazione Microcittà- laboratorio sulla città dell’uomo, in collaborazione con lo Studio di Architettura Felicia Lamanuzzi e un gruppo di cittadini che condividono la volontà di formulare un modo di abitare le città alla dimensione umana e non solo automobilistica.
Esso è inteso come laboratorio intensivo di progettazione alla scala architettonica e urbana: una sorta di occasione di confronto per approfondire in modo interdisciplinare i temi legati alla riqualificazione e allo sviluppo delle aree residue sperimentandone il potenziale di generatori di qualità urbana.
Partendo dalla percezione dei luoghi nella loro dinamica sociale e territoriale, il workshop vuole verificare la validità di questo metodo contro la
diffusa pianificazione territoriale.
Obiettivo generale è comprendere le variabili sociali che generano la costruzione dei luoghi, ed elaborare delle forme spaziali nelle quali possano trovare la loro concretizzazione: luoghi per la gente, punti d’incontro, dove condividere valori e celebrare il “rito dell’urbanità” (il valore della civitas).
Iniziando da un accurato lavoro preliminare d’indagine del territorio, la ricerca approda all’individuazione di punti fisici d’innesco, anche marginali, ma sensibili per la loro capacità di allargare il “contagio” della rigenerazione urbana di qualità: piccole situazioni, luoghi fisici specifici in cui poter definire delle azioni concrete, delle tecniche di trasformazione, anche minimali, capaci però di stimolare il metabolismo urbano e di produrre una conversione dello spazio pubblico da anonimo ad identitario.

“Piccoli interventi di rammendo che possono innescare la rigenerazione anche attraverso mestieri nuovi, microimprese, start up, cantieri leggeri e diffusi, creando così nuova occupazione. Si tratta solo di scintille, che però stimolano l’orgoglio di chi ci vive.
Questi frammenti vanno scovati e valorizzati. Ci vuole l’amore, fosse pure sotto forma di rabbia, ci vuole l’identità, ci vuole l’orgoglio di essere periferia”.
Renzo Piano, Periferie, Diario del rammendo delle nostre città, 2014

Descrizione area di progetto

L’area di progetto si trova in un quartiere residenziale in prossimità nucleo storico di Stabio.
La superficie, che ha un’estensione di 2500 mq, è delimitata a nord dalla via Giulia (strada che fin dalle origini ha definito la conformazione della borgata e su cui si affacciano le numerose corti interne) e a sud dalla strada Cantonale (importante via di transito commerciale e turistico che conduce alla dogana italiana).
Tale strada, che attraversa da sud-ovest a nord-est il comune tagliandolo in due porzioni, limita, e in alcuni casi addirittura impedisce, i collegamenti con l’area sud di recente sviluppo industriale.
La presenza dell’ufficio postale e dei numerosi esercizi commerciali posti nelle vicinanze, generano oggi un importante flusso di persone che potrebbe trovare in quest’area un occasione di sosta e di svago.
Visto l’interesse manifestato dai cittadini e dal Municipo di Stabio, necessario è l’intervento di rilettura da parte dei partecipanti che sono chiamati a conferire riconoscibilità al luogo, ristabilendo il collegamento (nord-sud) tra i due comparti, oggi di fatto separati, e ricreando delle condizioni di misurabilità e di ordine, ma anche di varietà e ricchezza nell’uso del suolo urbano.
In particolar modo si richiede una rivalutazione creativa dello spazio tenendo conto delle componenti di tipo ambientale, architettonicourbanistico e sociale.
Le proposte devono rispondere alla richiesta di area di sosta/incontro per pedoni (spazio giochi, verde, area grill, fermata bus…) e tener conto del progetto di pista ciclabile in fase di progettazione.

 

Tema

Vista la condizione del lotto, a cavallo tra la strada cantonale e l’arteria del nucleo, il tema di architettura sarà quello della “porta alla città” che ha con se non solo lo studio del percorso di ingresso alla città vecchia (che sarà il progetto vero e proprio sul mappale ex Meotti) ma anche e forse urbanisticamente più importante, la connotazione del punto di accesso ad esso, destinato, al pari di ciò che accadeva per le porte della città, ad essere un punto notevole lungo la cantonale divenendo così esso stesso generatore di uno spazio di qualità lungo la strada.

 

Finalità

Il seminario intende riscoprire il valore dello spazio urbano come luogo collettivo, innescare, attraverso dinamiche interdisciplinari, la sua riappropriazione (il cittadino come fruitore delle città, mobilità lenta cosciente e non imposta) e avviare il miglioramento della qualità di vita.
• Sensibilizzare la cittadinanza sul valore della qualità urbana
• Instaurare collaborazioni costruttive tra ambiti diversi (es. architetti-giardinieri)
• Formulare idee coraggiose
• Dare spazio alla creatività

 

Programma

Il Workshop è articolato in tre fasi:

I. Invio del dossier descrittivo dell’area individuata, delle questioni emergenti e dei temi di progetto all’atto dell’iscrizione

II. Svolgimento del seminario di sintesi progettuale per la durata di 5 giorni organizzato mediante le diverse attività definite nel calendario consegnato ai partecipanti al momento dell’iscrizione
• Approfondimento delle questioni progettuali assegnate attraverso comunicazioni
• Conferenze-dibattito tenute da esponenti della cultura internazionale incentrate sul progetto e sulle principali questioni teorico-pratiche a esso connesse.
• Elaborazione progettuale relativa agli ambiti di progetto assegnati, condotta individualmente o in gruppo con la presenza continuativa dei tutor
• Revisioni intermedie e finali con i docenti invitati;

III. Valutazione finale

 

Pubblicazione e Crediti formativi

Il workshop si conclude con una mostra degli elaborati realizzati.
Gli argomenti trattati nelle conferenze e gli elaborati progettuali prodotti saranno raccolti in una pubblicazione quale forma di ringraziamento per i partecipanti.
Al termine del workshop sarà rilasciato un attestato di partecipazione che potrà essere sottoposto alle facoltà per il riconoscimento dei crediti formativi.

 

Partecipanti

Il Seminario è aperto ad un massimo di 20 partecipanti.
Possono iscriversi:
Studenti di architettura
Studenti di scienze ambientali e progettazione del paesaggio
Studenti delle scuole professionali di giardiniere/paesaggista
Studenti delle facoltà di Ingegneria
Liberi professionisti afferenti alle formazioni suddette
Cittadini motivati 

 

Modalità di candidatura

L’iscrizione è subordinata alla valutazione da parte della Direzione di:
• Breve lettera di presentazione/motivazioni
• Formazione scolastica
I documenti devono essere inviati via posta elettronica all’indirizzo di contatto.
L’avvenuta selezione sarà poi comunicata ai partecipanti.

 

Modalità d’iscrizione

A seguito della comunicazione dell’avvenuta selezione da parte della Direzione, i partecipanti devono inviare in formato digitale all’indirizzo di
contatto:
• Copia del Documento di Identità
• Copia del versamento della quota comprendente alloggio e iscrizione
Eseguito a favore di:
Felicia Lamanuzzi - Workshop di Progettazione Urbana
Banca UBS di Stabio
CH97 0023 6236 1253 6340 B
Swift/BIC UBSWCHZH80A
Causale:
Iscrizione Workshop di Progettazione Urbana 2016

Tassa d’iscrizione

Partecipazione al WPU: 150 CHF
La tariffa è obbligatoria per tutti i partecipanti e include conferenze, atelier e pranzi da versare entro la data di inizio del workshop

Vitto e Alloggio

Alloggio comune: 250 CHF
Tariffe per persona per 5 notti a pensione completa
con possibilità di pernottamento ulteriore (50 CHF a notte)
da versare nel seguente modo:
150 CHF per prenotazione entro 31/07/16
100 CHF entro la data di inizio del workshop
Scuola di Mezzana o Ca’ Dora di Stabio

 

Indirizzo di contatto

Le richieste devono specificare nell’oggetto
Workshop di Progettazione Urbana 2016
ed essere inviate all’indirizzo mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

pdf icon  Bando WPU 2016

pdf icon  Leporello conferenze

pdf icon  Programma Conferenze

 

Tavole realizzate

pdf icon  Trame: attraversare il paesaggio Tavola 1

pdf icon  Trame: attraversare il paesaggio Tavola 2

pdf icon  Una porta per Stabio

pdf icon  Over your eyes Tavola 1

pdf icon  Over your eyes Tavola 2