ATTRAVERSO

La definizione urbana

Il progetto del quartiere intergenerazionale offre l’occasione per una riflessione intorno al valore dello spazio pubblico. Esso infatti se dal punto di vista sociale è il luogo entro cui avviene l’incontro spontaneo delle persone, divenendo punto d’osservazione privilegiato della società contemporanea, dal punto di vista urbano è occasione di rilettura della città contemporanea in  proiezione di quella futura: la grande città Ticino; le cui emergenze, i luoghi pubblici appunto, al pari dei piccoli e compatti nuclei/villaggi, (stabiliscono una relazione) si rapportano a scala territoriale.
Il principio insediativo scelto, pone l'edificio in arretramento rispetto al lotto, liberando lo spazio occupato dal parco esistente, sfruttando l'andamento naturale suggerendo l'utilizzo di due corpi distinti, ma interconnessi: un volume sospeso risolve gli accessi pubblici e le parti comuni, un secondo grande padiglione immerso tra gli alberi ospita la parte residenziale costruendo, così differenti livelli di relazione con l'esterno.

Lo spazio pubblico.

Il progetto così di fronte alla complessità del programma funzionale del bando, si sviluppa intorno alla definizione di un nuovo spazio pubblico per Coldrerio individuando in questo l’unica risposta identitaria, adattandosi all’orografia del sito, articolando percorsi, accessi, strutture e pertinenze.
Il grande spazio alberato, che si costruisce sulla dimensione dell’insediamento a sud di cui fa parte la residenza per anziani autosufficienti, è la nuova piazza urbana.
Il piano terra è concepito come una sorta di prosecuzione dello spazio esterno, si articola intorno ad una corte aperta che oltre a consentire l’illuminazione naturale di un considerevole numero di  spazi, e garantire l’accesso coperto per gli utenti della casa anziani, facilita la fruibilità degli spazi commerciali da parte di un’utenza più ampia e variegata della casa anziani. Per ampliare l’invito ad una frequentazione intergenerazionale della corte e quindi della nuova piazza si è deciso di posizionare il collegamento diretto al parcheggio interrato.

La transizione interno-esterno

Il progetto punta a favorire l’invito a percorrere gli spazi esterni che guidano la composizione non solo delle sistemazioni all'aperto, ma di tutto il piano terra, dominato da un continuo rimando tra interno ed esterno, suggerendo la traduzione spaziale di quella filosofia dell’accoglienza, della curiosità e dell'autonomia, che fanno sì che l’anziano possa continuare a sentirsi non solo in un ambiente familiare, ma soprattutto partecipe del contesto in cui si trova e in generale ricettivo agli stimoli del mondo esterno.

"ATTRAVERSO" è dunque un progetto sulla continuità spaziale e sociale, offerta dall'architettura dedicata alla vita comune, sulle relazioni tra scala locale e territoriale, tra paesaggio naturale e artificiale. L'idea è di offrire la possibilità di estendere lo spazio in between, amplificando senza soluzione di continuità la relazione tra: architettura, individui e città.

 
pdf icon  Tavola 1