Situazione esistente
La particella ricade nella zona residenziale estensiva all'interno del perimetro di rispetto della Chiesa Santa Maria Assunta. Allo stato attuale è priva di alcuna costruzione.
Il terreno si presenta con una modesta pendenza sull'asse est-ovest ed è rialzato dalla quota del sedime stradale di circa 70 cm.
Verso nord confina con il mappale 561ove è situata la Chiesa Santa Maria Assunta. Tra i mappali 561 e 944 vi è un dislivello variabile che va da circa 70 cm verso la strada a circa 2.5 m verso il mappale 565.
Il lato opposto, confinate con il mappale 945, è delimitato da muri di contenimento eretti per creare terrazzamenti decrescenti sull'asse est-ovest.
Tale condizione orografica e la presenza della Chiesa ci hanno indotto a fare delle riflessioni sia di carattere urbano prima e tipologiche poi che hanno guidato il progetto.

Intervento
La forma che assume il volume delle due unità non è dettata da un formalismo progettuale ma ha origine dalla volontà di ricercare una relazione diretta con l'asse della Chiesa, in modo da delimitare la piazza d'ingresso verso nord e allo stesso tempo l'allineamento alla strada in modo da generare uno spazio pubblico che inviti all'ingresso della Chiesa .

Schema allineamenti
La differenza di quota tra il giardino privato e lo spazio pubblico adiacente alla strada, dettata dalla pendenza del terreno naturale, ne individua il limite tra la proprietà privata e quella pubblica offrendo tuttavia a quest’ultima una qualità aggiunta data dall’invito alla relazione piuttosto che alla separazione, concependo così lo spazio generato dalla distanza dalla strada comunale come una sorta di viale d'ingresso a quella che potrebbe diventare la nuova piazza d'ingresso alla Chiesa. Un muro in beton, che copre una scala di servizio al giardino privato e una panchina saranno il nuovo limite della nuova piazza della Chiesa. Questo intervento potrebbe diventare il motore di riqualifica del nuovo ingresso principale della Chiesa, attualmente privo di definizione.
Proiettando qualità anche allo spazio pubblico, si induce indirettamente ad una fruizione dello stesso a misura d’uomo, inducendo, senza imporre alcun divieto o limite, alla riduzione della velocità e quindi migliorando la sicurezza dei pedoni e favorendo la mobilità lenta e pedonale e quindi le relazioni sociali.

Le residenze si sviluppano complessivamente su tre livelli in egual modo:
il piano terreno, dove vi sono gli accessi carrabili e gli accessi principali alle abitazioni, il locale tecnico comune, lavanderie-cantine e un locale hobby.
il primo piano, dove vi è la zona giorno con affaccio diretto sul giardino;
il secondo piano, dove sono disposte tre camere da letto con affaccio diretto sul giardino circostante e due servizi.

Entrambi i livelli residenziali rivolgono le aperture verso le esposizioni migliori favorendo così gli apporti energetici passivi dovuti al soleggiamento nel periodo invernale. Per fronteggiare l’insolazione estiva sono previste sugli infissi protezioni solari esterne a lamelle orizzontali.
Tutte le superfici esterne, sia verticali sia orizzontali saranno adeguatamente coibentate conformemente a quanto prescritto dalle normative vigenti.

Descrizione del sistema costruttivo
La struttura portante si articola in due sistemi costruttivi, calcestruzzo per le pareti contro terra e le solette, laterizio per la struttura portante superiore. Tutte le facciate esterne saranno rivestite da un cappotto e finite con un intonaco di finitura di tipo minerale.

Ancora in calcestruzzo sono realizzati gli elementi che completano il fronte della proprietà privata su quella pubblica.
Un muro che copre la scala di servizio per il giardino e una panchina in beton, ad uso pubblico, definiranno il nuovo limite della piazza della Chiesa.

Finiture
Le pareti portanti saranno rivestite da un cappotto termico e finite da un intonaco di finitura di tipo minerale, in modo da armonizzare il nuovo edificio alle preesistenze recenti e alla materialità delle pareti della Chiesa.
Vista l'articolazione del volume e in particolar modo del tetto abbiamo pensato di coprire l’edificio con una copertura metallica, senza sporto e con una lattoneria minima, di color grigio antracite.
Gli infissi esterni saranno in legno oppure in alluminio anodizzato naturale come le protezioni solari.

Impianti
L’approvvigionamento energetico sia per il riscaldamento che per la produzione di acqua calda sanitaria è affidato ad un'unica termopompa aria/acqua posata all’interno de locale tecnico comune.

Canalizzazioni
L’impianto di smaltimento delle acque di scarico sarà allacciato alle canalizzazioni comunali. Le acque meteoriche sia dei tetti che delle aree pavimentate, saranno smaltite come da norme attualmente vigenti.

Sistemazioni esterne
Gli spazi esterni adiacenti alla strada comunale saranno realizzati con una pavimentazione pregiata e saranno piantumati alberi a medio fusto in modo da creare un filare in direzione della chiesa e formare uno spazio pubblico di qualità.
I restanti spazi esterni, che circondano la casa, salvo le necessarie opere di contenimento del terreno, saranno lasciate a prato.
Le aree pavimentate saranno provviste di pozzetti idonei alla raccolta delle acque piovane in modo da evitarne il versamento nelle proprietà confinanti o nella strada comunale.

pdf icon Pianta P1

pdf icon Pianta P2

pdf icon Pianta PT

pdf icon Sezione e prospetto